BILANCIO COMUNE DI VENEZIA. ZANETTI: NESSUNA MEDAGLIA D'ORO MA TANTA POLVERE SOTTO IL TAPPETO

Qualche tempo fa, quando il Sindaco Orsoni ha affermato che il Comune di Venezia ha un bilancio da medaglia d'oro, siamo rimasti a dir poco perplessi per la perentorietà di una affermazione che sembrava non ammettere repliche.
Insieme ai Gruppi di lavoro tematici comunali di Scelta Civica, abbiamo quindi avviato un attento esame del bilancio, all'esito del quale possiamo dire che non è tutt'oro quel che luccica.
Il rispetto del patto di stabilità è stato raggiunto, ma di un soffio; e non su basi strutturali e ripetibili come presupporrebbe la logica stessa del patto, bensì grazie al decisivo contributo di dismissioni di immobili e partecipazioni (vere e proprie svendite in extremis, nel caso della Save) e di una posta di 40,4 milioni di euro straordinaria e sempre aleatoria nella sua ripetitività e quantificazione, quale quella della Legge Speciale.

Leggi tutto: BILANCIO COMUNE DI VENEZIA. ZANETTI: NESSUNA MEDAGLIA D'ORO MA TANTA POLVERE SOTTO IL TAPPETO

SULL'IMU PRIMA CASA SCELTA CIVICA RILANCIA IL RADDOPPIO DELLE DETRAZIONI

La rimodulazione dell'IMU sull'abitazione principale unisce la maggioranza nella volontà di procedervi, ma la divide sul modo.
Scelta Civica non intende avallare i desiderata della parte più oltranzista del PDL, secondo cui l'IMU andrebbe tolta su tutte le prime case, perché investire così 4 miliardi di euro (8, se si procedesse addirittura alla restituzione di quanto pagato nel 2012) significherebbe non avere chiaro che gli interventi più massicci devono riguardare lavoro e imprese, altrimenti avremo presto italiani con la casa detassata, ma anche italiani senza altra prospettiva che restarsene a casa.
D'altro canto, Scelta Civica non ritiene condivisibile nemmeno l'impostazione che si sta facendo strada nel PD, fondata su un sistema di detrazioni parametrate al reddito ISEE, così da agevolare i redditi più bassi.
La doverosa perequazione tra redditi alti e bassi si fa agendo in modo trasparente sulla curvatura IRPEF, non in modo opaco su imposte che hanno altre finalità e presupposti.
Senza contare che, in un Paese in cui tutti sono pronti a riconoscere che il reddito dichiarato non è un indicatore affidabile per troppi contribuenti, la continua assunzione a riferimento di questo parametro, anche oltre i suoi ambiti naturali, serve solo ad espandere oltre tali ambiti gli effetti nocivi ed iniqui che discendono dall'occultamento del reddito.

Leggi tutto: SULL'IMU PRIMA CASA SCELTA CIVICA RILANCIA IL RADDOPPIO DELLE DETRAZIONI

INTERPELLANZA DI ENRICO ZANETTI SULLA MANCATA PROCLAMAZIONE DI UN NUOVO CONSIGLIO DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Di seguito il testo e il video della interrogazione urgente al Ministero della Giustizia che ho presentato sulla questione della mancata proclamazione di un nuovo Consiglio Nazionale discussa in Aula il 6 giugno.

Il sottoscritto chiede di interpellare il Ministro della giustizia per sapere, premesso che:

con D.M. 14 luglio 2012 il Ministero della Giustizia stabilì per il giorno 15 ottobre 2012 le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili per il periodo 2013 – 2016, fissando altresì nella data del 15 settembre 2012 il termine ultimo per la presentazione delle liste;
entro tale termine venivano presentate quattro liste, due per l’elezione della componente dottori e due per l’elezione della componente ragionieri del Consiglio Nazionale (il Consiglio Nazionale è composto da 21 membri di cui 14 dottori commercialisti e 7 ragionieri; per questa tornata elettorale è previsto l’apparentamento tra una lista dottori e una lista ragionieri, l’apparentamento comporta che, ai fini del risultato elettorale, si sommino i voti ricevuti dalle liste apparentate)

Leggi tutto: INTERPELLANZA DI ENRICO ZANETTI SULLA MANCATA PROCLAMAZIONE DI UN NUOVO CONSIGLIO DEI DOTTORI...

INTERROGAZIONE ZANETTI SU STATISTICHE CONTENZIOSO TRIBUTARIO

Quando il contribuente presenta ricorso, l'Agenzia delle entrate e la generalità degli altri enti impositori (Equitalia, Comuni, eccetera) hanno ragione "piena" davanti alle commissioni tributarie meno del 40% delle volte.
Il restante 60% abbondante si divide tra vittorie "piene" del contribuente (circa il 30%), giudizi "intermedi", ossia "pareggi", in cui viene data in parte ragione al contribuente e in parte agli enti impositori (circa il 10%), oppure situazioni in cui i processi si estinguono per varie cause (circa il 20%).
Ne' si deve pensare che queste statistiche siano il frutto dell'abilità dei contribuenti e dei loro difensori nell'aggirare pretese legittime ricorrendo ad astuzie procedurali, perché nei documenti ufficiali del MEF si legge in modo chiaro come, se si prendono in considerazione i soli contenziosi che vengono decisi per ragioni di merito (e non, quindi, per cavilli procedurali), le vittorie "piene" dei contribuenti diventano addirittura più numerose di quelle degli enti impositori.
Con questi numeri, diventa logico chiedersi a quanto ammontino le somme che ogni anno vengono fatte comunque versare ai contribuenti in attesa di giudizio (la disciplina della riscossione coattiva costringe infatti a versare il 30% delle maggiori imposte contestate anche se si fa ricorso e non si è ancora pronunciato nemmeno il giudice di primo grado) e che, magari dopo un anno o due, devono essere restituite a cittadini e imprese, lasciandole però nel mentre ulteriormente, quanto immotivatamente, a corto di liquidità preziosissima in un periodo non facile come questo.

Leggi tutto: INTERROGAZIONE ZANETTI SU STATISTICHE CONTENZIOSO TRIBUTARIO

ACTV. ZANETTI: ‘’LA SOLUZIONE NON PUO’ ARRIVARE DA DIRIGENTI CHE SONO LA PARTE PRINCIPALE DEL PROBLEMA. MA I LAVORATORI NON SCARICHINO LE TENSIONI SUI CONCITTADINI ‘’

‘’ L'ineluttabilità del ridimensionamento delle prerogative del personale di ACTV non rende meno amara la constatazione che questa situazione si determini nella sostanziale continuità dei gruppi dirigenziali che hanno governato l'azienda in questi ultimi lustri. La soluzione non può certo arrivare da chi è parte del problema. ’’

Così ha dichiarato il deputato veneziano di Scelta Civica Enrico Zanetti in merito alla decisione di AVM, l’azienda partecipata al vertice del settore mobilità, di disdettare gli accordi integrativi con il personale.

‘’ Da questo punto di vista - ha poi affermato Zanetti -  hanno ragione da vendere i sindacati, dai quali è però ora legittimo aspettarsi consapevolezza circa la gravità della situazione e più ancora responsabilità verso i cittadini.’’

Leggi tutto: ACTV. ZANETTI: ‘’LA SOLUZIONE NON PUO’ ARRIVARE DA DIRIGENTI CHE SONO LA PARTE PRINCIPALE DEL...

INTERROGAZIONE ZANETTI PER REVISIONE AL RIBASSO COEFFICIENTI DI REDDITO SOCIETA' NON OPERATIVE

In occasione del Question Time settimanale in Commissione Finanze, ho chiesto al MEF se non ritiene opportuno valutare una revisione al ribasso dei coefficienti di rendimento figurativo che concorrono a determinare la soglia di ricavi sotto la quale scatta la presunzione fiscale della natura di comodo di una società, nonché se non ritiene opportuno eliminare la norma che lo scorso giugno 2011 ha ampliato questa presunzione anche alle società che chiudono in perdita per tre periodi di imposta consecutivi. Ciò in considerazione del fatto che la crisi economica ha reso ancor più irrealistici i comunque sin dal principio troppo elevati coefficienti (anche per gli studi di settore, del resto, si sono introdotti appositi correttivi) ed ha reso tutto, tranne che ragionevole indizio di malversazione, il fatto che una società chiuda in perdita per tre periodi consecutivi. (Ascolta l'intervista su Radio Radicale)

Leggi tutto: INTERROGAZIONE ZANETTI PER REVISIONE AL RIBASSO COEFFICIENTI DI REDDITO SOCIETA' NON OPERATIVE

Altri articoli...

  1. Zanetti sul Gazzettino ''per l'Italia dieci miliardi da non sprecare''
  2. IMU: ZANETTI (SC), STOP ANCHE PER COMODATI GRATUITI GENITORI-FIGLI
  3. ZANETTI : GIANNI CORRADINI OPPORTUNITA’ STORICA PER I SANDONATESI
  4. ZANETTI A TREVISO PER BEPPE MAURO ''DARE AI COMUNI AUTONOMIA FINANZIARIA REALE, ALTRO CHE FEDERALISMO DA PARATA DELLA LEGA''
  5. INTERROGAZIONE . RITARDI RILASCIO AGGIORNAMENTI SOFTWARE PER COMPILAZIONE STUDI DI SETTORE
  6. EQUITALIA. RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE FINANZE.
  7. ELEZIONI TREVISO. ZANETTI IL 22 MAGGIO A SOSTEGNO DI BEPPE MAURO
  8. ZANETTI PRESENTA UNA PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE PER LA GARANZIA DEI DIRITTI DEL CONTRIBUENTE

Canale Video

Raccolta dei Video utili sulla mia attività da parlamentare ed materiale di approfondimento.

Guarda e partecipa +

Rassegna stampa

Gli articoli di approfondimento sulle mie attività e su Scelta Civica Venezia tratti da giornali e portali online.

Consulta +

Approfondimenti

Leggi i miei interventi e approfontisci le tematiche sulle quali sto lavorando.

Approfondisci +

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.