IMU E TASI: ROBA DA INTELLIGENZA CON IL NEMICO

Per chi, come Scelta Civica, vuole che il Governo abbia lunga vita, l'operazione IMU - TASI messa a punto da PD e PDL in seno al Ministero dell'Economia è talmente impresentabile da varcare i limiti dell'intelligenza con il nemico.
A parte il fatto che la tassazione sulla prima casa non sparisce affatto, ma viene soltanto ridotta, previa sua evocativa ridenominazione (TASI), spalmandola su un numero più ampio di abitazioni e suddividendone il carico tra proprietari e inquilini, è incredibile il fatto che si passi a una forma di tassazione perfettamente proporzionale, in barba alle giaculatorie di tutti sulla necessità di renderla all'opposto più progressiva, rispetto a quel poco che se non altro era fino ad oggi.
Senza contare l'azzeramento dell'attenzione verso i nuclei familiari con figli a carico e l'assenza di meccanismi di coordinamento volti ad impedire che la corsa alle aliquote massime da parte dei Comuni si traduca in un incremento di pressione fiscale di svariati miliardi per le famiglie italiane, rispetto alla tanto vituperata situazione attuale.


A pensarci, è incredibile: è stata l'incapacità del PDL a mettere per tempo in sicurezza il Paese, prima dell'ammissione di una crisi a lungo stolidamente negata, a rendere necessaria l'introduzione frettolosa di una brutta e gravosa imposta come l'IMU, su cui poi lo stesso PDL ha costruito sopra la sua intera campagna elettorale.
Ora, di nuovo, è il PDL con i suoi ricatti a costringere ad adottare soluzioni ancora peggiori in termini redistributivi, e probabilmente pure più gravose in termini complessivi, solo per potersi rivendere una in realtà inesistente riduzione della pressione fiscale e una altrettanto inesistente abrogazione integrale della tassazione sulla prima casa.
A differenza di altri, noi l'abitudine a subire passivamente non l'abbiamo ancora fatta ed è per questo che, nella serena convinzione di fare gli interessi del Paese e quindi anche del Governo, daremo il nostro contributo per riscrivere in Parlamento da capo a piedi questa parte della manovra, nel segno dell'equità, della progressività e della realtà.

Enrico Zanetti
Responsabile politiche fiscali Scelta Civica - Vicepresidente Commissione Finanze della Camera

 

Share

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.