LEGGE DI STABILITA' , ZANETTI: CON TUC PRIME CASE PIU' CARE CHE CON TASI

 ''Con il Tuc del Pdl si bastonano in modo feroce gli inquilini e si fanno pagare i proprietari di prime case addirittura piu' di quanto prevedeva la gia' infelice Tasi del Governo: complimentoni alle sentinelle antitasse de no' altri''. Lo afferma in una nota Enrico Zanetti, responsabile politiche fiscali di Scelta Civica e vicepresidente della Commissione Finanze della Camera. ''Basta leggere il comma 7 dell'articolo 21 della legge di stabilita', cosi' come il Pdl propone di riscriverlo: 'I soggetti passivi dell'imposta sono: gli utilizzatori a qualsiasi titolo degli immobili con un'aliquota dell'1,5 per mille, e i proprietari degli stessi con un'ulteriore aliquota dell'1 per mille, con esclusione, per quest'ultima, delle unita' immobiliari adibite ad abitazione principale'.

Non serve essere dei filologi - prosegue Zanetti - per comprendere che l'esclusione prima casa riguarda solo l'1 per mille aggiuntivo che grava sui proprietari in quanto tali, mentre l'1,5 per mille resta dovuto dagli utilizzatori a qualsiasi titolo, quindi tanto gli inquilini quanto i proprietari, quando utilizzano direttamente l'immobile sulla base del titolo di proprieta'. E d'altro canto - aggiunge - perche' mai un inquilino che utilizza la casa di un altro dovrebbe pagare la salata componente sui servizi indivisibili, mentre un proprietario che utilizza casa sua no. E cosi' alla fine un proprietario paga sulla sua abitazione principale addirittura uno 0,5 per mille in piu' della gia' iniqua Tasi''. ''Sono anni - conclude Zanetti - che i dottor Stranamore del Pdl scrivono norme fiscali con i piedi, giungendo spesso a risultati antitetici a quelli che dichiarano, ma direi che stiamo veramente arrivando a vette di pressapochismo mai raggiunte prima''.

Share

Attività parlamentari

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.