PARTECIPATE: INUTILE INDIGNARSI PER LE NOMINE

I malumori per il recente giro di nomine nelle partecipate del Comune di Venezia sono francamente incomprensibili.
Non vi è dubbio che, gira e rigira, i nomi sono sempre quelli, ma non si capisce perché ci si dovrebbe aspettare nomi nuovi nella sostanziale invarianza degli apparati che gestiscono a livello politico la città.
Semmai, la circostanza che alcune nomine appaiano ancor più smaccatamente clientelari che in passato va letta nel positivo senso di una crescente consapevolezza, all'interno di quel gruppo, che la sempre più sottile corda che lo lega al corpo elettorale si avvicina al punto di rottura ed è quindi più importante cogliere al volo le restanti occasioni che si presentano e presenteranno di qui a due anni, piuttosto che mantenere quel minimo di freni inibitori che fanno la differenza tra una spartizione a suo modo sapiente ed una invece smaccata.


Il rinnovamento della classe dirigente della città non può partire dai ruoli di sottogoverno ed è assurdo indignarsi ogni volta.
L'unico rinnovamento possibile è quello che parte dal governo cittadino e gli unici che possono attuarlo sono gli elettori.
Quanto a presentare centinaia e centinaia di curriculum per i vari bandi, un unico suggerimento: non fatelo.
È solo la foglia di fico che serve per poter dire di averli vagliati.
Questa città non si cambia con i curriculum, se prima non la si cambia con i voti.
Lasciamoli li', sempre più soli a darsi ragione l'un l'altro.
Poi, tra due anni, tireremo le somme.
E, se verranno rivotati, avranno tutte le ragioni del mondo di continuare a usare in modo poco commendevole tutti i curriculum che gli dovessero arrivare.
Scelta Civica, statene certi, cercherà di darvi una mano a non doverli rivotare per forza.

Enrico Zanetti
Deputato - Gruppo Scelta Civica

Share

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.