ZANETTI: A REGIME MONITORAGGIO DEBITI PA. NOSTRO EMENDAMENTO APPROVATO

Approvato in Commissione Bilancio della Camera l'emendamento di Scelta Civica che mette a regime il monitoraggio dei debiti scaduti delle pubbliche amministrazioni nei confronti dei propri fornitori.

Ogni anno, entro il 30 aprile, le pubbliche amministrazioni dovranno comunicare attraverso l'apposita piattaforma telematica tutti i debiti scaduti e non ancora pagati alla data del 31 dicembre precedente.

Per i dirigenti delle pubbliche amministrazioni inadempienti o che adempiranno con ritardo, troveranno applicazione le medesime sanzioni che il testo originario del Decreto Legge 35/2013 già prevedeva per l 'obbligo di comunicazione una tantum entro lo scorso 30 aprile 2013 dei debiti scaduti al 31 dicembre 2012.



"Come i contribuenti devono presentare ogni anno all'anagrafe tributaria la dichiarazione dei redditi, i dirigenti della pubblica amministrazione dovranno presentare telematica mente la dichiarazione dei debiti e anche per loro scatteranno sanzioni personali in caso di inadempimento - spiega il deputato di Scelta Civica Enrico Zanetti, estensore dell'emendamento nella sua qualità di segretario della Commissione Speciale che ha avviato l'esame dell'iter di conversione in legge del Decreto sui pagamenti delle PA e ora vicepresidente della Commissione Finanze - Finalmente avremo nel tempo un quadro certo e aggiornato dei debiti che le pubbliche amministrazioni non onorassero nei tempi previsti, aumentando la trasparenza del bilancio dello Stato e assicurando così che futuri nuovi piani di pagamento degli arretrati possano avvenire con procedure molto più semplici e immediate di quelle farraginose che, in questa occasione, sono state rese necessarie a causa della mancata conoscenza dei debiti complessivi e della loro composizione".

Per Zanetti, questo importante passaggio dovrà comunque costituire solo una prima tappa.

"L'idea di Scelta Civica è quella di utilizzare la piattaforma elettronica per accogliere in futuro anche comunicazioni telematiche periodiche di contratti, auto blu, doppi incarichi dirigenziali e quant'altro ritenuto utile per un efficace monitoraggio della spesa - conclude il deputato - A fianco dell'anagrafe tributaria si potrà così costruire l'altrettanto indispensabile anagrafe della spesa e avere una Agenzia delle uscite per la lotta a sprechi e inefficienze, oltre che una Agenzia delle entrate per la lotta all'evasione".

Share

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.