IMU: ZANETTI (SC), STOP ANCHE PER COMODATI GRATUITI GENITORI-FIGLI

"Il pagamento dell'Imu va sospeso anche per le abitazioni date in comodato gratuito dai genitori ai figli che vi risiedono. Questo è un decreto ponte e il vero lavoro si farà quando verrà esaminato il futuro decreto con il quale il Governo si è impegnato a riformare la tassazione sugli immobili entro il prossimo 31 agosto". Lo ha affermato il deputato di Scelta Civica e vicepresidente della commissione Finanze della Camera, Enrico Zanetti, a margine della riunione congiunta delle commissioni Finanze e Lavoro di Montecitorio che oggi ha avviato l'esame per la conversione in legge del decreto Imu-Cig.



"Già da ora, però, - ha sottolineato Enrico Zanetti - vogliamo impegnare il Governo con opportuni emendamenti a ricondurre alla disciplina agevolata dell'abitazione principale una serie di fattispecie che giustamente lo erano con l'Ici e inopportunamente non lo sono più state con l'Imu. Oltre all'equiparazione all'abitazione principale per le case date in comodato gratuito ai parenti di primo grado che vi risiedono, Scelta Civica presenterà emendamenti finalizzati ad ottenere la medesima equiparazione, già ai fini della sospensione del pagamento, delle abitazioni delle cooperative edilizie a proprietà indivisa date in affitto a studenti che vi dimorano abitualmente, nonché ad assicurare che siano equiparate ad abitazioni principali le case di anziani e disabili che risiedono in case di cura o riposo anche in quei Comuni che non vi avessero già provveduto autonomamente".

Share

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.