Corriere della Sera: Zanetti vede Renzi Niente emendamenti salva-Agenzia

Il Governo darà parere negativo sugli emendamenti presentati al disegno di legge di Stabilità che chiedono di riabilitare i dirigenti dell'Agenzia delle entrate degradati al rango di funzionari.

E per colmare quei buchi di organico non resta che procedere con un nuovo concorso.

È questo il risultato dell'incontro che ieri il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti, insieme a una delegazione di Scelta civica, ha avuto con il presidente del consiglio Matteo Renzi.

 

 

Un faccia a faccia di un'ora che non chiude il caso aperto dallo stesso Zanetti, che aveva chiesto le dimissioni del direttore dell'Agenzia delle entrate Rossella Orlandi, colpevole di aver parlato di «rischio di morte» per la sua struttura. Zanetti canta vittoria, sottolineando gli «eloquenti silenzi» di Palazzo Chigi che «hanno confermato come ci sia piena condivisione sul fatto che episodi del genere non debbano ripetersi».

Confermando l'ipotesi che lo scontro finale sull'Agenzia sia stato solo rinviato. Nel frattempo Scelta Civica chiede di ampliare le deleghe dello stesso Zanetti e un altro posto al Governo.

Share

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.