Zanetti a La Repubblica: ”Ma le sue parole rilanciano un'inchiesta del Parlamento"

«Un intervento forte che ho apprezzato moltissimo. Ma questo non è il momento della fiducia a scatola chiusa. E le parole di Mattarella lo confermano, ridando slancio alla commissione di inchiesta parlamentare che qualcuno forse vuole affossare». Per Enrico Zanetti, Sottosegretario all'Economia e Segretario di Scelta Civica, «non è il momento dei tribunali del popolo, ma le verifiche vanno fatte».

Sottosegretario, il presidente Mattarella parla di accertamento rigoroso e attento delle responsabilità. Non le basta?
«Assolutamente, se la logica non è quella dell'assoluzione a priori e neanche dell'accusa preventiva. Ma qui i cittadini si chiedono: chi controlla i controllori? Il Parlamento ha il dovere di rispondere».

Leggi tutto: Zanetti a La Repubblica: ”Ma le sue parole rilanciano un'inchiesta del Parlamento"

Zanetti a La Nuova Venezia - Mattino di Padova - Tribuna di Treviso «Contro il vecchio Cda avviare subito l’azione di responsabilità»

Il governo osserva con grande lo scacchiere veneto del credito. Se il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha espresso soddisfazione per la trasformazione in Spa di Veneto Banca, «un scelta convinta che segue quelle già decisa da Ubi», a riaprire la polemica con l'istituto di Montebelluna è Enrico Zanetti, deputato veneziano, socio di VB e Sottosegretario all'Economia.

«Come ho detto anche a caldo, ribadisco che l'assemblea di sabato di Veneto Banca è da leggersi come un passaggio molto positivo. Su una cosa però voglio essere chiaro: la nuova dirigenza ha il preciso dovere di avviare in tempi rapidissimi e senza alcuno sconto una azione di responsabilità con i contro fiocchi verso i precedenti amministratori e organi dì controllo» afferma Enrico Zanetti, Segretario politico di Scelta Civica.

Leggi tutto: Zanetti a La Nuova Venezia - Mattino di Padova - Tribuna di Treviso «Contro il vecchio Cda...

Zanetti a Il Tempo: «Padoan ha esagerato nella difesa di Bankitalia»

«Non vogliamo attaccare le istituzioni e la vigilanza bancaria a scatola chiusa. Ma non vogliamo nemmeno difenderle senza conoscere se ci sono state pecche e omissioni. Se al termine di indagini serie fossero accertate responsabilità di chi doveva farei controlli non esiteremmo a chiederne conto». ll Sottosegretario dell'Economia, Enrico Zanetti (leader di Scelta Civica) spiega a Il Tempo che non intende fare sconti sul caso delle quattro banche (Etruria, Marche, Carife e Carichieti) salvate dal crac con il decreto del governo. «Nel  caso ci siano stati errori la politica non deve fare argine. Ha il dovere di pretendere che chi ha sbagliato si faccia da parte» aggiunge Zanetti.

Leggi tutto: Zanetti a Il Tempo: «Padoan ha esagerato nella difesa di Bankitalia»

Zanetti a Il Messaggero «Per i controlli del Fisco termini certi e trasparenti, stop alla caccia al gettito»

IL SOTTOSEGRETARIO ALL'ECONOMIA: CON LE NUOVE NORME APPROVATE IN MANOVRA LA PRIORITA SARA SCOVARE L'ILLEGALITÀ

Sottosegretario Enrico Zanetti, Scelta Civica ha fatto approvare nella manovra un emendamento che riscrive i termini di prescrizione degli accertamenti fiscali. Ma davvero serviva un nuovo intervento dopo che il governo aveva messo mano ad una riforma solo qualche mese fa?
«Noi siamo sempre stati convinti che il raddoppio dei termini di accertamento, introdotto nel 2006 da Vincenzo Visco, fosse una norma irragionevole e foriera di rilevanti problemi applicativi e di dubbi interpretativi. La delega fiscale ha affrontato la questione con eccessiva timidezza».

Proprio Visco è stato tra i primi a contestare l'emendamento. Sostiene che ci potrebbero essere ripercussioni pesanti sugli accertamenti...
«Non avevo dubbi che Visco e i sostenitori del "penale è per sempre" avrebbero storto il naso. Legittimo che lo facciano. Ma rivendico con orgoglio la visione diametralmente opposta che abbiamo sul rapporto tra cittadino e Stato. Mi stupisce però che l'ex ministro abbia tirato in ballo la questione del pregresso: le novità si applicano per gli accertamenti dal 2016 in avanti. Per quelli passati c'è una norma transitoria che conferma l'attuale disciplina».

Leggi tutto: Zanetti a Il Messaggero «Per i controlli del Fisco termini certi e trasparenti, stop alla caccia...

Zanetti a Libero: «Non assolvo la Banca d'Italia. Verifichiamo in Parlamento»

Sottosegretario Enrico Zanetti, il decreto approvato pochi giorni prima il «salva banche» è uno scudo per gli ex vertici degli istituti salvati?
«Assolutamente no. I vertici delle banche, rimossi con i commissariamenti, restano esposti alle azioni di responsabilità civile, così come a tutti gli accertamenti dl carattere penale che la magistratura dovesse ritenere necessari e che in alcuni casi sta già facendo, come riportano le cronache. Le norme cui lei si riferisce, ai sensi delle quali l'azione di responsabilità la esercita il commissario sentita Banca d'Italia, in realtà ripropongono per le procedure di risoluzione quello che codice civile e Testo unico bancario prevedono da decenni. Nessuna norma ad proceduram, quindi. E ci mancherebbe altro».

L'operazione è stata gestita correttamente o si dovevano valutare soluzioni diverse per evitare di colpire i titolari di bond subordinati?
«È stata fatta la scelta migliore possibile, salvando correntisti, clienti con finanziamenti, dipendenti. Per azionisti e obbligazionisti subordinati l'azzeramento del valore ci sarebbe stato anche se al posto di una risoluzione si fosse lasciata andare la banca in liquidazione. Si sarebbe potuto e dovuto prevedere da subito un fondo di tutela per gli obbligazionisti subordinati peri quali risulti provata la buona fede carpita. Gli unici per i quali, in quanto risparmiatori beffati e non investitori consapevoli, una tutela è doverosa. Senza soldi pubblici».

Leggi tutto: Zanetti a Libero: «Non assolvo la Banca d'Italia. Verifichiamo in Parlamento»

Zanetti a La Nazione - Il Resto del Carlino - Il Giorno: “Mancata vigilanza, serve una commissione d'inchiesta”

L’intervista al Sottosegretario all’economia: si valutino le responsabilità di Bankitalia

«UNA commissione parlamentare d'inchiesta su Bankitalia è un atto di trasparenza verso i cittadini». Il sottosegretario all'Economia, Enrico Zanetti, chiede chiarezza sul percorso che ha portato ai salvataggi delle quattro banche. Ma il nodo da sciogliere, sostiene, è a monte: «Bisogna separare l'esercizio del credito dall'attività di collocamento dei titoli». Così come è «condivisibile» vietare la vendita di certi bond subordinati al pubblico retail.

Leggi tutto: Zanetti a La Nazione - Il Resto del Carlino - Il Giorno: “Mancata vigilanza, serve una...

Enrico Zanetti a La Stampa: "Un credito d'imposta eviterebbe l'alt della Ue”

Secondo il Sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti la proposta del Pd di costituire un fondo di solidarietà «è poco praticabile». Perché rischia di incorrere nei veti di Bruxelles. «In base alla normativa sugli aiuti di Stato, che esiste già ed è inserita in una comunicazione della Commissione in vigore dal 1 agosto 2013 - sottolinea Zanetti - gli interventi statali per aiutare la soluzione delle crisi bancarie sono consentiti solo se prima la perdita viene assorbita da azionisti e obbligazionisti subordinati».
Per questo la proposta avanzata in commissione Bilancio dal Pd, che stando alle parole pronunciate domenica dal viceministro Morando sarebbe quella preferita dal governo, rischia di non funzionare.

«Non si capisce come un'operazione che è vietata prima (dare soldi ad azionisti e obbligazionisti subordinati nell'ambito di una risoluzione "assistita" comunque dallo Stato), diventi permessa se fatta dopo la ristrutturazione ma in occasione della stessa, visto che l'effetto è identico» commenta il Sottosegretario.

Leggi tutto: Enrico Zanetti a La Stampa: "Un credito d'imposta eviterebbe l'alt della Ue”

Enrico Zanetti a La Nuova Venezia: «Le banche non vanno risanate con i soldi pubblici»

Salva-risparmiatori, un fondo di solidarietà di 120 mni «Per fortuna non sarà applicato a Veneto Banca e a BpVI»

Sottosegretario Enrico Zanetti, il Governo intende creare un fondo salva-risparmiatori da inserire nella Legge di stabilità. Lei ieri e stato impegnato in un summit per definire il provvedimento che verrà applicalo a Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti e Cassa di Risparmio di Ferrara: si parla di 120 milioni di euro, 80 garantiti i dalle banche e 40 dallo Stato. Sarà così?
«Il fondo avrà una dotazione di alcune decine di milioni di euro e aiuterà i piccoli obbligazionisti per i quali sia dimostrabile l'inconsapevolezza della natura comunque rischiosa delle obbligazioni subordinate che hanno sottoscritto. L’altro requisito è che versino in condizioni da oggettiva difficoltà economica. Casi circoscritti e drammatici».

Leggi tutto: Enrico Zanetti a La Nuova Venezia: «Le banche non vanno risanate con i soldi pubblici»

Enrico Zanetti ad Avvenire: «Il bonus giovani a chi fa volontariato»

La proposta di Zanetti (Tesoro). E Renzi lancia la consultazione della base dem.
Il dibattito sui 500 giuro per i 18enni da spendere in cultura entra nel vivo, a giorni l'emendamento.
Stop alle polemiche sul Pii 2015: «Torniamo a crescere».

Il leader di Scelta civica: «Chiediamo ai 18enni una presa di coscienza. Sui pagamenti non mettiamo obblighi sui Pos. Azzardo, serve una stretta agli spot».

«Mica gli stiamo regalando l'i-phone, stiamo dicendo che possono spendere 500 euro per musei, cinema, libri, mostre. Chi parla di mance elettorale usa davvero argomentazioni risibili». Enrico Zanetti, Sottosegretario all'Economia e leader di Scelta Civica, difende senza imbarazzi il bonus ai diciottenni: «Ha un valore simbolico molto alto, è come se fosse un benvenuto nel mondo adulto con il quale chiediamo al ragazzo di prendere coscienza e conoscenza del patrimonio artistico, cultuale e valoriale del Paese. Ed è giusto che sia sganciato dal reddito familiare, è un beneficio che deve andare al giovane e che il giovane si deve gestire in proprio. Però un requisito lo inserirei e come gruppo parlamentare lo proporremo…».

Leggi tutto: Enrico Zanetti ad Avvenire: «Il bonus giovani a chi fa volontariato»

Enrico Zanetti a Il Messaggero: «Giusto sganciare i salari, discutiamone dai sindacati solo una reazione feroce»

Il Sottosegretario all'economia sulla proposta Poletti «Nella manovra primo segnale sulla detassazione»
«La privatizzazione delle ferrovie? La rete deve essere scorporata, solo così si garantisce la concorrenza»

Sottosegretario Enrico Zanetti, il ministro Giuliano Poletti ha lanciato un sasso nello stagno, sostenendo che nella contrattazione il salario andrebbe slegato dall'orario di lavoro. I sindacati sono insorti. Susanna Camusso ha addirittura detto che Poletti si crede “Ufo robot”…
«Credo che il ministro Poletti abbia fatto una riflessione interessante. Ma di riflessione si tratta, perché come ha spiegato lo stesso ministro non c'era volontà di arrivare a rapide conclusioni come quelle che invece i sindacati gli hanno sorprendentemente imputato».

Leggi tutto: Enrico Zanetti a Il Messaggero: «Giusto sganciare i salari, discutiamone dai sindacati solo una...

Il Giornale: «Tesoro e Finanze vanno scorporati. Attesi tre miliardi dallo scudo fiscale»

Enrico Zanetti è l'unico rappresentante di Scelta Civica al Governo, ma il sottosegretario all'Economia si fa sentire. La sua querelle con Rossella Orlandi (Entrate) non è chiusa.

Il suo dissenso è solo per la frase della Orlandi sull'«Agenzia al collasso»?
«Sì. I dirigenti apicali di istituzioni pubbliche hanno il dovere di supportare la politica con i loro punti di vista tecnici, ma una volta che il governo ha preso una decisione non possono andare in giro a lamentarsi: lo dirigono nel rispetto delle scelte del Governo, oppure si dimettono. Ora che la cosa è chiara per tutti andiamo avanti».

 

Leggi tutto: Il Giornale: «Tesoro e Finanze vanno scorporati. Attesi tre miliardi dallo scudo fiscale»

Corriere della Sera: Zanetti vede Renzi Niente emendamenti salva-Agenzia

Il Governo darà parere negativo sugli emendamenti presentati al disegno di legge di Stabilità che chiedono di riabilitare i dirigenti dell'Agenzia delle entrate degradati al rango di funzionari.

E per colmare quei buchi di organico non resta che procedere con un nuovo concorso.

È questo il risultato dell'incontro che ieri il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti, insieme a una delegazione di Scelta civica, ha avuto con il presidente del consiglio Matteo Renzi.

 

Leggi tutto: Corriere della Sera: Zanetti vede Renzi Niente emendamenti salva-Agenzia

Il Sole 24 Ore: Niente sanatoria per i dirigenti

Agenzia delle Entrate. Incontro tra il premier Renzi e il Segretario di Scelta civica Zanetti: stop alle scorciatoie per il concorso.
Emendamento alla Stabilità a tutela dei funzionari retrocessi alla seconda area.

Stop a scorciatoie e sanatorie per il reclutamento dei dirigenti delle Entrate, mentre la convergenza nella maggioranza rende più vicina l'approvazione dell'emendamento in grado di sanare la situazione dei circa 700 funzionari retrocessi dalla terza alla seconda area per un vizio procedimentale del concorso in base a quanto deciso dal Tar Lazio a febbraio.

Leggi tutto: Il Sole 24 Ore: Niente sanatoria per i dirigenti

Enrico Zanetti: "Per i money transfer tetto massimo a mille euro"

Il sottosegretario all'Economia, Enrico Zanetti ha proposto di "mantenere il tetto massimo a 1.000 euro" per questa tipologia di transazioni, definendo l'innalzamento generalizzato inserito nel testo della manovra "più una disattenzione tecnica che una scelta politica".

Mini ritocchi in arrivo sulla soglia dell'uso del contante, che la legge di Stabilità alza da 1.000 a 3mila euro. Il nodo emerso in questi giorni riguarda i money transfer, per i quali l'asticella potrebbe tornare ad abbassarsi.

 

 

Leggi tutto: Enrico Zanetti: "Per i money transfer tetto massimo a mille euro"

Altri articoli...

  1. Corriere del Veneto: Falla negli accertamenti «Ricorsi basati su cavilli, mi auguro li boccino»
  2. Enrico Zanetti a La Repubblica: "Nessuna smentita dare stima in una nota non è una difesa"
  3. Enrico Zanetti a Il Sole 24 Ore: «In gioco la credibilità del Governo»
  4. Enrico Zanetti a Il Gazzettino: «Solo una difesa d'ufficio. Orlandi è incompatibile»
  5. Enrico Zanetti a Il Secolo XIX: «Applichiamo il Jobs act anche ai lavoratori pubblici»
  6. Enrico Zanetti a La Repubblica: "Orlandi si deve dimettere, governo con me"
  7. Enrico Zanetti al Corriere della Sera: «L’Agenzia Entrate non muore. Continui a recuperare l'evasione»
  8. Enrico Zanetti al Corriere della Sera: “La soglia a 3 mila euro? Meno vincoli ai cittadini”
  9. Enrico Zanetti a Il Messaggero: "Basta ai super compensi nella televisione pubblica"
  10. Il Gazzettino: “Tutte le tasse il 16 maggio”
  11. Enrico Zanetti a Repubblica: "Liberalizzazioni timide. Così il ddl Concorrenza è un regalo alle lobby"
  12. Festa Civica a Salerno il 26 e 27 settembre. Inizia il secondo tempo di Scelta Civica.
  13. Enrico Zanetti al Quotidiano nazionale: "Se nel Pd c'è un micro partito d'opposizione che pensa di far mancare i numeri al governo, esca dalla maggioranza"
  14. Enrico Zanetti: “No all'aumento delle tasse sul patrimonio. Avanti spending e deficit. Priorità al reddito da lavoro e alla produzione”
  15. Enrico Zanetti a Il Mattino: "Il punto di partenza dev'essere la spending review, non la flessibilità sul deficit. Giù le tasse ma se ci sono le coperture"
  16. Il Gazzettino: "Tasse, il piano Zanetti: soltanto tre aliquote"
  17. Entro luglio una nuova iniziativa politica per le Amministrative 2016. Nuovi il simbolo e la denominazione
  18. Enrico Zanetti sul'Huffington Post: "La sciatta cialtronata della Flat tax leghista"
  19. Enrico Zanetti al Corriere: "Noi indispensabili, vogliamo un ministero"
  20. Enrico Zanetti al Gazzettino: “No all’ipotesi di allentare il patto di stabilità a chi accoglie”
  21. MISUREREMO IL GOVERNO SULLA COERENZA CONTRO I FRENATORI DELLE RIFORME
  22. ENRICO ZANETTI ELETTO SEGRETARIO NAZIONALE DI SCELTA CIVICA. I VIDEO CON L'INTERVENTO AL CONGRESSO E LA LETTERA AD ADERENTI E SIMPATIZZANTI.
  23. CONGRESSO SCELTA CIVICA. COMINCIA UNA STORIA NUOVA. GRAZIE AI TANTI CHE LA STANNO COSTRUENDO.
  24. 3600 GRAZIE !!!
  25. SENZA COMUNITA’ CI SONO SOLO INDIVIDUALITA’
  26. AUGURI 2015 CON QUALCHE RIFLESSIONE SULLA PRESSIONE FISCALE
  27. CONGRESSO NAZIONALE DI SCELTA CIVICA: ECCO LE REGOLE PER PARTECIPARE
  28. LA POLITICA CHE OGGI MANCA AL PAESE E LA SCELTA CIVICA CHE VERRÀ
  29. PARTIAMO INSIEME, CON PASSIONE RIFORMISTA. LA LETTERA DI ENRICO ZANETTI CANDIDATO ALLA SEGRETERIA NAZIONALE DI SCELTA CIVICA
  30. DOPO FIRENZE. L'IDENTITA' POLITICA DI SCELTA CIVICA.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.