Enrico Zanetti a Il Mattino: "Il punto di partenza dev'essere la spending review, non la flessibilità sul deficit. Giù le tasse ma se ci sono le coperture"

Voglio sottolineare che condividiamo come Scelta Civica il piano triennale di riduzione fiscale, meno la gerarchia delle coperture. Condivido la scelta della riduzione della pressione sugli immobili, ma sarebbe opportuno distribuire le risorse in modo diverso. Togliere la Tasi sulla prima case vale 3,4 miliardi. Penso che 1,2 miliardi di questi possano essere più utilmente investiti per rendere totalmente deducibile l'Imu per i capannoni, che oggi è al 20%, dal reddito d'impresa. Resterebbero 2,2 miliardi che andrebbero ad abbattere le tasse sulla prima casa per oltre due temi di italiani. E sarebbe più equo ed efficiente economicamente. Renzi invece è molto netto nel voler togliere la Tasi a tutti. Credo che ci sia spazio per ridiscuterne in Parlamento con spirito costruttivo, non come fa la sinistra dem.

Leggi tutto: Enrico Zanetti a Il Mattino: "Il punto di partenza dev'essere la spending review, non la...

Il Gazzettino: "Tasse, il piano Zanetti: soltanto tre aliquote"

Un piano dettagliato è stato messo a punto da Enrico Zanetti, sottosegretario all'Economia e segretario di Scelta civica. L’idea di base è semplice: unificare al 27%, ovvero al livello più basso, l'aliquota nominale da applicare sull’intera porzione di reddito imponibile che va dai 15 mila ai 75 mila euro. Complessivamente le aliquote del nuovo sistema sarebbero tre, restando in vigore quella del 23% per lo scaglione fino a 15 mila e la massima (43%) oltre i 75 mila euro. La riduzione delle aliquote equivale ad un fisco più leggero ma anche più comprensibile per i cittadini chiamati ogni anno a versare allo Stato una quota dei propri guadagni. Avrebbero un beneficio effettivo circa 8 milioni di contribuenti. contro i poco più di 10 milioni di lavoratori dipendenti che hanno usufruito del bonus.

Leggi tutto: Il Gazzettino: "Tasse, il piano Zanetti: soltanto tre aliquote"

Entro luglio una nuova iniziativa politica per le Amministrative 2016. Nuovi il simbolo e la denominazione

La direzione nazionale di Scelta Civica ha dato mandato al segretario Zanetti di elaborare e presentare, entro la pausa estiva, una iniziativa politica per le elezioni amministrative 2016, volta ad aprire, attraverso un simbolo ed una nuova denominazione, un processo costituente finalizzato alla costruzione di un Movimento Civico Nazionale capace di raccogliere la migliore eredità dell'esperienza di Scelta Civica per proiettarla in un orizzonte nuovo caratterizzato da un esplicito civismo di dimensione locale e territoriale. Si tratta del secondo tempo di Scelta Civica, la nuova Stagione Civica. Scelta Civica promuoverà una straordinaria mobilitazione nel prossimo semestre per essere presente e protagonista alle prossime elezioni amministrative del 2016, dove si voterà in oltre 1.200 comuni, di cui 120 oltre i 15.000 abitanti e 25 oltre i 50 mila abitanti.

Leggi tutto: Entro luglio una nuova iniziativa politica per le Amministrative 2016. Nuovi il simbolo e la...

Enrico Zanetti sul'Huffington Post: "La sciatta cialtronata della Flat tax leghista"

La Lega Nord ha finalmente depositato alla Camera la sua proposta di Flat Tax al 15% e, come purtroppo accade spesso nel nostro Paese, anche questa volta i giganti della protesta si trasformano nei nani della proposta.
La relazione spiega che questa operazione non riduce la progressività del prelievo (grazie a un sistema di deduzioni collegate ai componenti del nucleo familiare) ed è realizzabile perché costa "solo" 40 miliardi, recuperabili dall'emersione che la minore tassazione determinerà. In verità, la progressività del prelievo si riduce di parecchio, al punto che viene prevista pure una clausola di salvaguardia che garantisce la possibilità di continuare ad applicare le regole attuali ove più favorevoli di quelle nuove.

Leggi tutto: Enrico Zanetti sul'Huffington Post: "La sciatta cialtronata della Flat tax leghista"

Enrico Zanetti al Corriere: "Noi indispensabili, vogliamo un ministero"

"I nostri 25 voti alla Camera sono decisivi, soprattutto se la minoranza del Pd si mette di traverso. Anche per questo chiediamo di rientrare al governo. La nostra delegazione è inadeguata. Senza di noi, le istanze riformiste e liberiste rischiano di indebolirsi.

Non nascondo i malumori per la scelta di Renzi di fare un incontro ristretto al Pd sulla scuola: gli alleati vanno rispettati". Enrico Zanetti, sottosegretario all'Economia e segretario di Scelta Civica, non usa giri di parole per spiegare il rapporto, non sempre facile, con il governo.

E per chiedere la nomina di un ministro - si fa il nome di Andrea Mazziotti.

Leggi tutto: Enrico Zanetti al Corriere: "Noi indispensabili, vogliamo un ministero"

Enrico Zanetti al Gazzettino: “No all’ipotesi di allentare il patto di stabilità a chi accoglie”

"La riduzione dei vincoli fiscali deve premiare i Comuni virtuosi. Per finanziare l'emergenza versiamo meno contributi alla Ue. Allentare il patto di stabilità ai Comuni che accetteranno di ospitare profughi nel loro territorio è sbagliato quanto minacciare, come fa il presidente della Lombardia Maroni, di tagliare i trasferimenti regionali". Il leader di Scelta Civica, il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti, spara a zero e annuncia il voto contrario del suo schieramento.

"Allentare il patto di stabilità ai Comuni che accetteranno di ospitare profughi nel loro territorio è sbagliato quanto minacciare, come fa il presidente della Lombardia Maroni, di tagliare i trasferimenti regionali". Il leader di Scelta Civica, il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti, spara a zero e annuncia il voto contrario del suo schieramento.

Leggi tutto: Enrico Zanetti al Gazzettino: “No all’ipotesi di allentare il patto di stabilità a chi accoglie”

MISUREREMO IL GOVERNO SULLA COERENZA CONTRO I FRENATORI DELLE RIFORME

Carissimi,


l'incontro di martedì scorso a Palazzo Chigi tra la nostra delegazione e il Segretario e Vicesegretario del PD ha riaffermato il ruolo di Scelta Civica quale terza forza di questa maggioranza.
 Non ci nascondiamo dietro a un dito: i sondaggi sono quello che sono.



Diciamo però anche che sarebbe francamente strano fossero diversi, dopo la "non politica" fatta nei primi due anni di legislatura.
 Finalmente, dopo il Congresso celebrato poco più di due mesi fa (e il trasloco quasi in blocco ad altro partito del precedente gruppo dirigente che la scelta di non fare politica e ridurci a gruppi parlamentari di "tecnici in conto terzi" l'aveva addirittura teorizzata esplicitamente), Scelta Civica può oggi ricostruire un'area politica attorno ai suoi attivisti e a un gruppo alla Camera di ben 25 deputati; e lo dimostra del resto anche il fatto che ha iniziato per la prima volta ad aggregare anche altri deputati, in un contesto in cui sono ora altri a perdere pezzi su pezzi.



Leggi tutto: MISUREREMO IL GOVERNO SULLA COERENZA CONTRO I FRENATORI DELLE RIFORME

ENRICO ZANETTI ELETTO SEGRETARIO NAZIONALE DI SCELTA CIVICA. I VIDEO CON L'INTERVENTO AL CONGRESSO E LA LETTERA AD ADERENTI E SIMPATIZZANTI.

Domenica 8 febbraio, si è svolto a Roma il primo Congresso Nazionale di Scelta Civica.

Davanti a più di 500 persone, e con circa il 93,89% dei voti dei delegati, Enrico Zanetti è stato eletto nuovo Segretario di Scelta Civica per l'Italia.

La lettera di Enrico Zanetti:

Cari Amici,

domenica scorsa abbiamo celebrato una giornata importante che segna il rilancio dell’identità e dell’azione politica che sono state alla base della nascita di Scelta Civica e del senso stesso del nostro essere una comunità politica di cittadini e non una sommatoria di individualità e ambizioni.

Alla contabilità del Palazzo, espressa in termini di numero di senatori, deputati e componenti di governo, abbiamo anteposto la logica della partecipazione, espressa in termini di coinvolgimento degli iscritti in un percorso congressuale aperto e democratico.
Non è solo una scelta giusta in termini di etica politica: è una scelta vincente in termini di efficacia sostanziale e non meramente formale.

Ora, però, che ci siamo finalmente scrollati di dosso le logiche fantascientifiche del “club chiuso di competenze” tanto caro ad alcuni “ultracorpi” che non sono più tra noi, serve l’aiuto di tutti coloro che fanno parte di una comunità politica finalmente divenuta tale nei fatti e destinata ad evolversi presto nel segno di una sempre maggiore partecipazione e aggregazione.

A quanti ci faranno la contabilità del Palazzo, ricordandoci i senatori, i deputati e i componenti di governo traslocati verso altri lidi, noi risponderemo con i numeri di una partecipazione in crescita costante tra la gente.

A tutti i Delegati chiediamo di impegnarsi perché la base associativa cresca in modo naturale, senza forzature, ma costante e senza tentennamenti.

A tutti gli Iscritti chiediamo di rivendicare con orgoglio la propria appartenenza a questa comunità politica, esattamente come noi cercheremo di rappresentarla e difenderla al meglio delle nostre possibilità in ogni sede pubblica e privata.

A tutti i Simpatizzanti chiediamo un passo avanti e l’adesione formale ad una comunità politica che ha il coraggio di rimettersi in gioco e che punta sin d’ora a dialogare con altre realtà per dare vita a un veicolo più ampio e più forte che sia comunque rappresentativo di quella identità politica e di quel posizionamento politico che contraddistingue gli uomini e le donne che hanno creduto in Scelta Civica sin dalla sua nascita ed oggi più che mai.

E grazie, una volta di più grazie, a tutti i Delegati presenti domenica a Roma; a tutti coloro che hanno voluto esserci senza neppure essere Delegati e poter votare; a quanti erano a casa davanti a un monitor a fare il tifo.

Avanti insieme.

Enrico Zanetti

CONGRESSO SCELTA CIVICA. COMINCIA UNA STORIA NUOVA. GRAZIE AI TANTI CHE LA STANNO COSTRUENDO.

"Se volete che gli uomini si capiscano,
fategli costruire qualcosa insieme.”
Antoine de Saint-Exupéry

Alla vigilia delle assemblee regionali di domani che, nelle venti regioni, eleggeranno i 360 delegati provinciali al primo congresso nazionale di Scelta Civica, vorrei fare un grande in bocca al lupo ai nostri coordinatori regionali e provinciali per un'ottima riuscita dei lavori e ringraziare di cuore tutti i nostri iscritti che vi prenderanno parte.

A prescindere dal risultato del voto, per i molti che, come me, hanno sempre creduto in questo percorso, è già un successo.

Ora però permettetemi di sperare in un congresso pieno di PASSIONE RIFORMISTA.

Buon lavoro a tutti domani nelle vostre regioni, noi vi aspettiamo a Roma, delegati e non, domenica 8 febbraio!

Enrico Zanetti

Leggi tutto: CONGRESSO SCELTA CIVICA. COMINCIA UNA STORIA NUOVA. GRAZIE AI TANTI CHE LA STANNO COSTRUENDO.

3600 GRAZIE !!!

Si sono chiuse, alla mezzanotte di sabato 10 gennaio, le iscrizioni a Scelta Civica valide ai fini della partecipazione al percorso congressuale.

3600 persone parteciperanno con diritto di voto alle elezioni del nuovo segretario e della nuova dirigenza del partito.

È un risultato straordinario per almeno tre motivi:

1) nel 2013, quando per intenderci c'era ancora Mario Monti e a settembre fu fatta la Festa del partito a Caorle, l'evento stimolo' meno di 700 adesioni al partito;

2) il regolamento elettorale del congresso, pensato apposta per evitare la corsa alle pure, semplici e squallide tessere, non consente il voto per delega ne' nelle assemblee regionali che eleggono i delegati, ne' nel congresso nazionale dei delegati provinciali; i 3600 iscritti non sono quindi "tessere" nelle mani di molti, molti meno iscritti effettivi come accade in altri partiti, ma 3600 persone che si sono iscritte nella consapevolezza che ciò ha un senso solo se intendono realmente partecipare in carne e ossa al processo democratico;

3) le forti e ribadite resistenze di una ristretta minoranza di parlamentari e componenti di governo del partito che, oltre a non spendersi sui territori a favore dell'iniziativa, ha dato destro alla stampa per parlare poco e, quel poco, male del congresso di Scelta Civica (parlo di ristretta minoranza e non di minoranza perché, se è vero che una lettera che legittimamente chiedeva di fermare il congresso è stata firmata da 11 autorevoli esponenti, meno della metà ha continuato ad avversare il processo anche dopo aver preso atto di quanto era forte la determinazione della maggioranza nel portarlo avanti).

Leggi tutto: 3600 GRAZIE !!!

SENZA COMUNITA’ CI SONO SOLO INDIVIDUALITA’

" Se volete che gli uomini si capiscano,
fategli costruire qualcosa insieme. ”
Antoine de Saint-Exupéry

Carissimi,
     tra jobs act e riforma fiscale, il 2015 è cominciato in maniera incalzante e tutti i parlamentari e i coordinatori di Scelta Civica che hanno voluto, creduto e difeso il percorso congressuale che ci porterà a Roma il prossimo 31 gennaio sono determinati a trasformare questo inizio in quotidianità costante.
Se non lo hai già fatto, ti esorto a iscriverti a Scelta Civica entro il 10 gennaio, in tempo utile per partecipare al congresso e, se lo riterrai, sostenere già dalle assemblee regionali del 24 gennaio la mia candidatura alla segreteria del partito.
Gli obiettivi che pongo alla base della mia candidatura sono ampiamente illustrati nella mozione congressuale che l'accompagna.

Leggi tutto: SENZA COMUNITA’ CI SONO SOLO INDIVIDUALITA’

AUGURI 2015 CON QUALCHE RIFLESSIONE SULLA PRESSIONE FISCALE

Numeri alla mano, la verità sulla legge di stabilità appena varata dal Governo. La pressione fiscale sul PIL ''ereditata'' dal nostro Gioverno - sul 2013 - è al 43,3%, scende al 42,8% sul 2015, stabilizzando e rafforzando la discesa al 42,9% già realizzata sul 2014, grazie però anche a provvedimenti una tantum che proprio con questa legge di stabilità sono stati stabilizzati a regime. La riduzione netta di entrate fiscali di quasi 10 miliardi sul 2015 è data dalla sommatoria algebrica di numerose voci, nel senso che le riduzioni lorde sono per circa 18 miliardi, ma l'effetto netto è di 10 a fronte di altre voci di entrata che aumentano. Vale la pena sottolineare che una parte significativa di questi 8 miliardi di minore effetto netto di riduzione delle entrate fiscali è riconducibile alle maggiori entrate previste dal settore dei giochi e alle misure di contrasto all'evasione.
In altre parole, per la platea di contribuenti diversa dagli operatori della filiera dei giochi e dagli evasori, l'effetto netto di riduzione delle entrate fiscali sale a circa 14 miliardi. Resta ancora tanto da fare ma nessuno può negare sul 2014 e sul 2015 le imposte calano in misura importante e ora il nostro lavoro è gettare le basi perché le clausole di salvaguardia IVA previste dal 2016 non scattino, così da stabilizzare e incrementare ulteriormente la riduzione di pressione fiscale che abbiamo attuato.

Leggi tutto: AUGURI 2015 CON QUALCHE RIFLESSIONE SULLA PRESSIONE FISCALE

CONGRESSO NAZIONALE DI SCELTA CIVICA: ECCO LE REGOLE PER PARTECIPARE

Ufficializzate da Scelta Civica le regole del Congresso per l'elezione del Segretario nazionale.
Possono partecipare tutti coloro che si iscrivono al movimento entro il 10 gennaio 2015.
L'iscrizione può essere fatta on line sul sito di Scelta Civica (link) oppure presso l'incaricato della provincia di riferimento (l'elenco completo sarà diramato nei prossimi giorni).
Tutti gli iscritti entro il 10 gennaio 2015 possono partecipare, con diritto di elettorato attivo e passivo, alle assemblee regionali che si terranno sabato 24 gennaio nei capoluogo regionali per eleggere i delegati provinciali.
Sabato 31 gennaio, a Roma, i delegati provinciali, insieme ai parlamentari, ai fondatori e ai componenti della delegazione di Governo, voteranno il Segretario nazionale e i membri elettivi del Comitato di Presidenza e della Direzione nazionale.
Sia il 24 gennaio che il 31 gennaio non è ammesso il voto per delega: possono votare solo gli iscritti e i delegati fisicamente presenti, rispettivamente, alle assemblee regionali e al congresso nazionale.
La candidatura a Segretario nazionale può essere avanzata entro il 10 gennaio 2015 da chi risulta iscritto prima del 5 novembre 2014.

Leggi tutto: CONGRESSO NAZIONALE DI SCELTA CIVICA: ECCO LE REGOLE PER PARTECIPARE

LA POLITICA CHE OGGI MANCA AL PAESE E LA SCELTA CIVICA CHE VERRÀ

Il Berlusconi che si dichiara disposto a fare il vice di Salvini è qualcosa di ancora più affascinante del Berlusconi che si dichiarava disposto a credere che Ruby fosse la nipote di Mubarak.
Tutti puntano il dito sulle parole forti della Lega contro la microcriminalità, il degrado urbano, le occupazioni abusive, ma a dire il vero solo l'idiosincrasia di una certa sinistra alla tutela anche dei penultimi, oltre che degli ultimi, trasforma stolidamente in battaglie di parte quelle che sono invece battaglie sacrosante per tutti i cittadini che non possono permettersi di vivere in quartieri dorati e chiedono solo rispetto per quelle regole che loro per primi rispettano.
Detto questo, è però semplicemente assurdo correre dietro a uno come Salvini che ti snocciola come mix di politica economica l'uscita dall'euro, il riabbassamento per tutti dell'età pensionabile e un'aliquota fiscale secca al 20%, senza degnarsi di dire una parola sui 150 miliardi circa che queste misure costano, tra maggiori interessi sul debito, esplosione della bolletta energetica e delle importazioni di materie prime, aumento della spesa pensionistica e minori entrate.

Leggi tutto: LA POLITICA CHE OGGI MANCA AL PAESE E LA SCELTA CIVICA CHE VERRÀ

Altri articoli...

  1. PARTIAMO INSIEME, CON PASSIONE RIFORMISTA. LA LETTERA DI ENRICO ZANETTI CANDIDATO ALLA SEGRETERIA NAZIONALE DI SCELTA CIVICA
  2. DOPO FIRENZE. L'IDENTITA' POLITICA DI SCELTA CIVICA.
  3. PRIORITÀ AL DISBOSCAMENTO DELLE PARTECIPATE PUBBLICHE
  4. GOVERNO E RIFORME. PRIMA DEI PIANI "ANTI" SERVONO I PIANI "PER''
  5. CHE VERGOGNA QUEI DIRIGENTI DEL COMUNE DI ROVIGO
  6. FEDERALISMO FISCALE, NASCE OPENCIVITAS. ORA SUPERARE PATTO DI STABILITA'
  7. SCANDALO MOSE. ORA UN RISVEGLIO CIVICO PER VENEZIA
  8. AVANTI, POPOLO RIFORMISTA
  9. UNA SCELTA EUROPEA CONTRO I BUFFONI DEL ‘’NO EURO’’
  10. NOI APERTI AL DIALOGO PER RINNOVARE NON PER RIMESCOLARE
  11. PER IL NORD NON È PIÙ TEMPO DI FUGGIRE. LE RAGIONI DI UNA SCELTA EUROPEA.
  12. L'INVITO DI ALFANO PER NUOVO CENTRO-DESTRA NON E' CREDIBILE
  13. UN VOTO A SCELTA CIVICA, UNA GARANZIA PER LE RIFORME.
  14. L'IDENTITÀ POLITICA DI SCELTA CIVICA
  15. L'OSTERIA SENZA OSTE. SCRIVO A BEFERA.
  16. SALVARE VENEZIA DA CHI LA AMMINISTRA COSI' MALE
  17. ELEZIONI EUROPEE. L'OCCASIONE DI RILANCIO DELL'AREA LIBERALDEMOCRATICA MA SOLO SE C'È AGGREGAZIONE "VERA"
  18. LE MIE RISPOSTE ALLE VOSTRE NUMEROSE SOLLECITAZIONI SU BANKITALIA
  19. VENEZIA SI SALVA SE CAMBIANO RADICALMENTE LE POLITICHE E LA LORO GESTIONE
  20. LEGGE ELETTORALE. NESSUN DIKTAT, SI PUO’, SI DEVE, FARE MEGLIO
  21. PER ORA IL RICATTO LO FANNO PD E FORZA ITALIA
  22. LE BUGIE SUL FISCAL COMPACT DEL PARTITO UNICO DEI POPULISTI SPENDACCIONI
  23. IL DECLINO DI ORSONI
  24. SULLA CASA CI ASPETTAVAMO UNA RIFORMA: ADESSO PUNTIAMO I PIEDI E CI PENSIAMO NOI
  25. A PROPOSITO DELLE FATICHE DI ERCOLE DELLA DELEGA FISCALE
  26. SUGLI "AFFITTI D'ORO" LA DIFFERENZA TRA RIFORMISTI RADICALI E POPULISTI DEMENZIALI
  27. IL RILANCIO DI SCELTA CIVICA SOLO CON UN MODELLO PARTECIPATO E DEMOCRATICO DI ORGANIZZAZIONE. IL MESSAGGIO DI ENRICO ZANETTI ALL'ASSEMBLEA DI SC VENETO DEL 21 DICEMBRE.
  28. STABILITA', ZANETTI : ''LEGGE DELUDENTE. NOI DA ADESSO PIU' IMPORTANTI NEL GOVERNO'' (DA INTELLIGO NEWS)
  29. SULLE PENSIONI D'ORO EMERGE TUTTA LA DIFFERENZA TRA RIFORMISTI RADICALI E POPULISTI IMPENITENTI
  30. ECCO FINALMENTE LA SCELTA CIVICA CHE RISCEGLIAMO

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie.
In alternativa, premendo su ‘Cookie Policy’, potrai leggere la cookie policy per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.